Too Cool for Internet Explorer

Cuor di leone!

13 maggio 2011 da bsìa

Che non è il celebre Riccardo, ma il più modesto e nostrano Sir Pollon, il quale, dimostrando un coraggio da leone, appunto, ha bloccato l’accesso al suo profilo su Facebook. O meglio, l’accesso è consentito solo a selezionatissime persone del suo entourage. 😯

Ovvero, il coraggio delle proprie idee!! 😉

Vivissimi complimenti! 😆 Cazzo, e io che volevo diventare suo amico … 😎 Mi dovrò rassegnare. Pazienza!

7 Risposte a “Cuor di leone!”

  1. bertrand dice:

    Mi scusi signor bsia, premesso che ognuno nella sua vita fa quel che vuole, anche lei vedo, trincerandosi dietro un nickname e che non devo certo essere io a difendere l’assessore Polloni essendo lui in grado di farlo da par suo, le dico che anche a me piacerebbe diventare suo amico, venga in piazza le offro un caffè! ;-)ossequi bertrand

  2. bsìa dice:

    Non è per caso una velata minaccia? Certo che no!
    Per quanto riguarda il “trincerarsi” dietro a un nickname lei cosa sta facendo? Oppure si chiama veramente Bertrand?
    Ci dev’essere qualcosa di strano nell’aria in questi giorni in “città”.

  3. bertrand dice:

    Io a differenza sua non faccio morali a nessuno, se vuole il mio vero nome eccola servita: Giorgio Toscani Belgioioso Pavia Italia. Suvvia bsia non se la tiri non è così importante al punto di sprecare minacce su un blog di un amico…stia sereno! ossequi Giorgio Toscani

  4. Giorgio Toscani dice:

    Ci dev’essere qualcosa nell’aria in città, ahi ahi ahi Bisa…chi di coraggio ferisce, di coraggio perisce! se la svigna, le piace giocare sporco! forza metta nome e cognome Bisa, sia cuor di leone! lei mi ricorda molto quei bei cagnoloni da cortile, tanto abbaiare ma poca sostanza, quando c’è da tirar fuori le palle…puff…scappano! sembra un vecchio trombone reazionario da piazza, incapace di mettersi in gioco, di scopare nella vita politica e ossessionato dal Prof. Zucca a cui le ciambelle escono sempre col buco! ho riletto i suoi post e le dico che non sono eccelsi per verve umoristica e neanche simpatici. Troppe parolacce Bisa sono indice di scarsa creatività, come l’alludere alla vita sesuale altrui…in sostanza non fa per niente ridere! scusi se la chiamo volutamente BISA, basta spostare una consonante o una vocale, ma la percepisco un pò viscido…mi perdonerà certamente e non mi prenda troppo sul serio…cordialità Giorgio Toscani P.s.: saluto l’amico Emilio che vedo raramente. 🙂

  5. bsìa dice:

    Personalmente della Sua identità non me ne può fregare di meno. Bello però fare il “bel gesto” dopo essere stato preso, come dicono a Roma, col sorcio in bocca!
    Il fatto è che non aveva scampo.
    Delle critiche ai miei post non me ne sono mai preoccupato, perché penso che ognuno è libero di dare i giudizi che crede (come ho già specificato in un altro post che probabilmente, a discapito di quanto Lei dice, non ha letto).
    Sono volgare e scurrile? Anche questo aspetto è già stato chiarito. Ciò nonostante, nella mia frequente volgarità e scurrilità non mi sono mai permesso di qualificare come “capre” gli elettori della Lega, come invece ha gentilmente fatto Lei. E Le assicuro che questo è un covo di veri anti-leghisti.
    Ma mi raccomando, continui a leggere i miei post e a non ridere: mi va benissimo.
    Bacioni. 😉

  6. Giorgio Toscani dice:

    cosa fa Bisa batte in ritirata? su su un bell’intervento a gamba tesa sul novello blogger con nome e cognome!!!! 🙂 scusi ma lei crede che interessi a qualcuno se sir Pollon si dichiara anticlericale??? ha fatto incetta di preferenze alle ultimo comunali con sua somma rosicata!! Lo guardi bene Bossi, sembra o no una capra? 😀 Bisa, Bisa magari un giorno invece del sorcio mi troverà con la Bisa in bocca!!! namaste George

  7. sgur_di_tri dice:

    Fermi tutti! Compito a casa per tutti i frequentatori del blog:

    “Non puoi augurare a nessuno una sventura più grave di quella di essere in contrasto con se stesso”.

    Chi ha scritto questa frase?

    Soluzione: (oılıɔnl ɐ ǝɹǝʇʇǝl) ɐɔǝuǝs oǝuuɐ oıɔnl
    (per scoprirlo dovreste guardare il monitor a testa in giù, oppure rivoltarlo, ma vi avverto che questa seconda operazione è decisamente più scomoda!)

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.