Too Cool for Internet Explorer

La politica del “fare”

13 aprile 2010 da Emilio Conti

Caro Conti,

prendo spunto da un recente intervento di sgur_di_trì nel quale si cita l’editoriale del Prof. Zucca su Vivi Belgioioso. Ho avuto la (s)fortuna di poter leggere il pezzo ed ho notato anch’io il riferimento alla politica del “fare”.

Il termine a mio modo di vedere è fin troppo usato nel mondo politico di oggi sia a destra che a sinistra con il risultato di includere tutto ma anche niente. Si può pensare alla politica del fare fumo, quella del fare niente, quella del fare gli aperitivi o ancora la politica del fare le telefonate con cellulari pagati dai comuni e quindi dai cittadini (con bollette niente male a quanto mi dicono). Questi modi appunto di fare politica sono specialità dei nostri amministratori, anche locali ovviamente. La domanda è: a quando una politica del fare qualcosa di utile?

Saluti,

bridon

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.