Too Cool for Internet Explorer

Le mani avanti

25 marzo 2010 da bsìa

Per me, nonostante la non più tenera età, è sempre una sorpresa scoprire come vengono (o no) trattate le notizie sulla stampa locale. Prendiamo ad esempio quello che è successo ieri a Pavia. Come saprete (o forse no) ieri sera erano in programma due incontri pre-elettorali: Formigoni che parlava al Politeama e Grillo che parlava in piazza della Vittoria. Bene, oggi apro il giornale e trovo una bella paginazza di intervista all’ineleggibile “sultano” della Lombardia, mentre al Grillo viene dedicato uno striminzito trafiletto. Visto come sono state trattate le notizie immagino che il comizio del Grillo sia stato un mezzo flop. Telefono al “boss” per informarmi se sapeva qualcosa in proposito. E vengo a sapere che il suddetto “boss” se n’è andato bello bello a sentire il comizio del Grillo. Cacchio, penso, c’ho delle notizie di prima mano, un testimone oculare, per cui gli chiedo se al comizio c’era gente o meno. “Pienone”, mi risponde il Conti, “ci saranno state sicuramente più di mille persone. Piazza gremita”.

Allora c’è qualcosa che non quadra! Com’è che uno riempie un cinema, che conterrà a dir tanto trecento persone, e gli dedicano un’intera pagina, mentre l’altro riempie una piazza e gli fanno un trafiletto? “Che ingenuo che sei! Si vede che non conosci come funzionano i giornali. Non lo sai che a una certa ora devono chiudere ed andare in stampa per cui, per gli accadimenti che succedono dopo, non c’è più tempo per inserire un articolo? L’intervista a Formigoni gliela avranno fatta sicuramente nel pomeriggio: ecco perché è stata pubblicata!”. Ah sì? Ma qualcosa non torna ancora! 🙄

Ieri sera, il nostro ameno paesello è stato privato, a seguito di un guasto all’acquedotto, dell’acqua corrente per quasi due ore a partire dalle 19. Nonostante non sia la prima volta, sotto questa amministrazione, che venga a mancare l’acqua proprio in quelle ore, che sono quelle del ritorno dal lavoro e della cena, un guasto può sempre succedere. Per cui, non ci sarebbe niente di cui scandalizzarsi. Ma c’è una cosa strana. Se il guasto è iniziato alle diciannove ed è durato due ore circa, questo significa che l’acqua è ritornata attorno alle ore 21. Allora, qualcuno mi sa spiegare come mai oggi, sulla stampa locale, compare un bell’articolo sull’accaduto? Come avranno fatto, data l’ora, a inserirlo prima della chiusura del giornale? Cos’è questa linea diretta tra il nostro sindaco ed un certo quotidiano? 🙄

Ma, a parte questa quisquiglia, che bisogno c’è di dare notizia di un guasto, per quanto sgradevole, tutto sommato accettabile? Quante volte si è verificato un contrattempo simile senza che nessun giornale si sia sentito in dovere di farci sopra un articolo? Già, perché? Perché, come al solito, l’articolo è un semplice pretesto per dare la parola al nostro “sindaco” che, udite udite, si scusa con noi per i problemi causati dal guasto. Vuoi dire, allora, che la notizia sta nelle scuse dello Zucca? Sua_santità che si cosparge il capo di cenere? Certamente una notiziona, se non fosse  la solita scusa per scaricare la colpa dell’accaduto su non meglio precisati “intoppi burocratici”! 😯

Non sia mai che nel paese del bengodi, patria di palii, festival, meeting culturali, si possa in qualche modo attribuirgli la colpa di qualche disservizio, tipo strade con voragini e con asfalti fatiscenti, tombini assassini, ratti che giocano a rimpiattino per certe vie, traffico nel caos più totale. Non vorrete mica che al sindaco più pagato della provincia (con codazzo di assessori) si possa attribuire qualsivoglia colpa! Non sia mai. La colpa è delle toghe rosse. Della magistratura politicizzata. Dell’opposizione che non fa un cazzo. Del destino cinico e baro.

P.S. La tangenziale non la faranno!

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.