Too Cool for Internet Explorer

Voglio il sindaco di Cura

16 dicembre 2010 da bsìa

Avete letto? Pare ci siano dei sindaci che stanno facendo la guerra alla merda…quella dei cani. Il problema merda canina non è un problema da poco: sempre più persone affette da solitudine, invece di consolarsi con un bel pezzo di cioccolato, pensano bene di comprarsi un cane. Il quale animale, cagando a più non posso, insozza di merda le vie del paese, secondo l’equazione + cani = + merda per le strade.

Ci sarebbe un rimedio alla concimazione: che i padroni pulissero la merdaccia dei propri animali. Ma che dico? Scherziamo? Pulire il “bisognino” della propria creatura? Non sia mai! Ci penserà il primo pirla che “spartirà” il masottone. Mica siamo italiani per niente, suvvia!

Allora ecco che a qualche sindaco incominciano a girare le palle! Il sindaco di Cura Carpignano ad esempio ha dichiarato guerra spietata agli immerdatori canini. Multe da 300 euro, mica cazzi! E ronde spietate di vigili a verificare che i padroni che girano per il paese siano muniti si paletta raccoglimerda e relativo sacchetto ove depositare lo stronzo. E per chi viene “cuccato” senza son cazzi amari!

E nel florido regno visconteo? Intanto qui non si riesce a mandare in giro i vigili neanche se li minacci con un Uzi. Per cui come cazzo si farebbe a multare? Ma questo è niente! Perché, non solo questa amministrazione di sproloquiatori non prende provvedimenti sulla merda canina ma sbagliano anche a fare i cartelli. Li avete visti quelli sul Listone? Demenziali è dir poco!

La scritta vieta di girare con i cani senza guinzaglio…ma di fianco hanno messo il cartello che VIETA di girare con il cane al guinzaglio. Più sotto si invita il padrone dell’immerdatore a raccogliere il masotto…ma a fianco c’è il cartello che VIETA di raccogliere il masotto.

Gente completamente dissociata.

Allora vorrei un sindaco come quello di Cura che spara poche stronzate, ma si dà da fare con iniziative sacrosante.

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.