Too Cool for Internet Explorer

A proposito del voto CL

1 settembre 2009 da Emilio Conti

Ricevo e volentieri propongo la seguente mail, come precisazione ad un passaggio del post di bsìa dal titolo “Bici e feste”, ricordando che il volantino a cui si fa riferimento è stato messo a disposizione anche da questo blog. Chi se lo fosse perso lo può visualizzare cliccando qui.

——————–

Tra i tanti pregi che sono da riconoscere a Comunione e Liberazione – CL – sta la circostanza che si tratta di un movimento, ormai non più solo di giovani, a cui non ci si iscrive (non vi sono tessere) ma in cui chi vi partecipa cerca di seguire Cristo, come i discepoli di 2000 anni fa, nella amicizia tra quanti si coinvolgono e con chi è disposto ad accostarci senza preconcetti. Non sono pertanto titolato a parlare “a nome di CL di Belgioioso” (presente in paese dal 1971) in merito al supposto voto mio e dei miei amici che si sarebbe indirizzato nelle ultime elezioni comunali verso la lista di Fabio Zucca. Rinvio perché i tuoi lettori si facciano una opinione al riguardo a quanto, col nostro Centro culturale, abbiamo sostenuto in un volantino distribuito a fine maggio.
Grazie per l’attenzione,

Carlo Grignani

3 Risposte a “A proposito del voto CL”

  1. mauro moraschini - belgioioso.blogolandia.it dice:

    Mi piacerebbe sapere l’opinione di CL in merito alle vicende di Silvio Berluscuni e i suoi rapporti con alcune ragazze minorenni. I politici non dovrebbero dare il buon esempio su questo importante valore della nostra società che è la famiglia? O continuano a predicare bene (per avere i consensi) e a razzolare male?

  2. bertrand dice:

    Elogio del buon padre di famiglia. Molti oggi in Italia vivono una vita “in salita”: perdita del
    posto di lavoro, disoccupazione giovanile, pensioni ridotte all’osso. Questa situazione richiede un
    grosso senso di responsabilità in chi ci amministra: soprattutto quando si calcolano le tasse.
    Chiediamo ai nostri politici di stare ben attenti e di agire con senso di responsabilità quando
    tocchiamo l’IRPEF, o la tassa per i rifiuti, o altri salati “tributi”. Che il Sindaco sia come un
    buon padre di famiglia attento a spendere per l’indispensabile e non per il superfluo!

    chiediamo che anche il Presidente del Consiglio, sostenuto a spada tratta dalla banda Formigoni, si dimostri un buon padre di famiglia attento a spendere l’indispensabile e pensando ai pensionati e a chi ha perso il posto di lavoro, non al ponte sullo stretto!!

  3. mauro moraschini - belgioioso.blogolandia.it dice:

    BerluscUni era voluto… sai in periodi come questi che i giornali sono denunciati solo perchè pongono delle domande è meglio non riaschiare di scrivere correttamente certi nomi! In merito all’elogio del buon padre di famiglia, io mi chiedo: se la Chiesa avesse seguito alla lettera quel principio ora in Italia avremmo tutte quelle belle opere d’arte, le splendide cattedrali, i duomi?

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.