Too Cool for Internet Explorer

Pantegane ed altri animali

27 settembre 2007 da bsìa

Gli abitanti di via Cantone sono un po’ inc…avolati per la fogna a cielo aperto in cui è stato trasformato un fosso che passa nelle immediate vicinanze. Dopo la discarica lungo le mura delle ortaglie del castello, ecco un altro fulgido esempio dell’igiene ambientale in cui versa il paese. Scopro pure che i suddetti abitanti avevano protestato anche la scorsa estate ottenendo, come risultato, un bel pesce in faccia. Adesso sono tornati alla carica perché pare che, oltre alla puzza nauseabonda, siano invasi da topi dalle dimensioni di un bull-terrier: e cosa si sono sentiti rispondere dal nostro pomposo sindaco? Che “ha le mani legate”! Proprio così. Perché il fosso in questione avrebbe dovuto essere coperto dall’impresa che sta costruendo nel lotto di terreno adiacente. Se ho capito bene, quindi, l’amministrazione comunale avrebbe dato una Concessione Edilizia all’impresa costruttrice con l’obbligo della copertura del fosso (probabilmente a sconto degli oneri). Domanda: è stata sottoscritta una Convenzione con la suddetta impresa? Penso proprio di sì (e me lo auguro caldamente). Allora segue una altra domanda: ma se l’impresa non ottempera agli obblighi assunti che caspita si fa?

E no, caro sindaco, è troppo comodo uscirsene con la storiella delle “mani legate”. Lei ha il dovere, ripeto IL DOVERE, di intervenire per far rispettare gli obblighi assunti dall’impresa. Non può cavarsela giocando allo scaricabarile. E per fortuna che secondo i cantori delle magnifiche sorti e progressive dell’attuale amministrazione questa doveva essere “vicina ai cittadini coma mai nessuna prima”, il “mondo nuovo” della gestione comunale!

Intanto i concittadini del Cantone, prima di essere colpiti da un’epidemia di peste 😉 , potrebbero provare a rivolgersi ad un Asl, per vedere se riescono a risolvere il loro problema. Altrimenti possono sempre organizzare una battuta di caccia grossa alla pantegana, magari in occasione della sagra. Attrezzatura: fucile e pallottole dum-dum. Il miglior capo abbattuto verrà offerto al sig. sindaco.

P.S. Certo che siamo proprio sfortunati: non sarebbe stato meglio se invece di legargli le mani avessimo trovato uno che gli avesse cucito la bocca?

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.