Too Cool for Internet Explorer

Volano gli stracci

22 dicembre 2008 da bsìa

Sarò serio! Mah, vedremo. 🙂

Sembra dunque che in questa maggioranza, così democratica (a sentire qualcuno), incominci a manifestarsi un certo dissenso.  Ma allora non sono tutte rose e fiori, come qualcuno voleva farci credere! 😈

A dire il vero la cosa non mi ha stupito, sono i tempi impiegati a manifestarsi che mi hanno sorpreso: continuavo a chiedermi, infatti, come fosse possibile una così uniforme unanimità di vedute su alcune scelte del sindaco quantomeno discutibili. E’ vero che sia Daidone Francesco, (a parere dell’aministratore di questo blog una delle migliori speranze nel panorama politico locale attuale – io non mi esprimo conoscendolo solo indirettamente) che ha sempre dimostrato la propria autonomia con prese di posizione anche piuttosto nette, sia Rebizzi, in misura minore, si erano allontanati in più occasioni da certe scelte. E proprio per questo mi sarei aspettato che anche altri consiglieri, i più timidi, seguendo il loro esempio avrebbero dimostrato una maggiore autonomia decisionale tale da riuscire a moderare l’esuberanza, per non dire “strafottenza”, del nostro sindaco. Purtroppo questo non si è verificato e siamo arrivati alla rottura. Quello che stupisce è, come dicevo,  che non ci siano arrivati prima!

I fatti sono noti, o almeno dovrebbero esserlo. Nell’ultimo consiglio comunale si doveva discutere del bilancio di previsione per l’anno 2009 e di quello pluriennale 2009/2011. Per una sfortunata coincidenza, non erano presenti i consiglieri di opposizione. Non ci si trovava di fronte ad una forma di protesta ma alla sfortunata coincidenza di impegni non procrastinabili. Una maggioranza con il senso della Democrazia avrebbe dovuto rinviare i lavori se non altro per accertarsi della cause delle assenze nelle file della minoranza. Giustamente i due consiglieri han fatto notare che non sarebbe stato opportuno trattare un argomento simile in assenza delle opposizioni, ma suo_decisionismo se ne è semplicemente strasbattuto i coglioni e da qui il gesto clamoroso di abbandonare il consiglio.

Quello che in tutta questa faccenda risulta più irritante e decisamente rivoltante è il giudizio espresso dal sig. (?) Zucca nei confronti dell’assessore Rebizzi così come riportato nell’articolo “Belgioioso, la giunta perde un altro pezzo” apparso su La Provincia PAVESE del 21 dicembre 2008:

“[…] Per quanto riguarda invece l’assessore Rebizzi, mi pare evidente come non abbia mai brillato per competenza, capacità e spirito d’iniziativa”

Ah sì? E allora, tu sindaco che hai una così bassa opinione di un tuo collaboratore te lo sei tenuto per cinque anni? Non potevi svegliarti prima? Non c’è che dire, un gran bello stile! E che signorilità! Per non parlare del savoir faire! Il fatto è che, purtroppo, siamo ancora alla solita e ormai nota, almeno per questo blog, dimostrazione di estrema arroganza nei confronti di chi osa contrariarlo. Il sindaco di una paese vicino ha definito il nostro come un “despota”. Questo sito non ha mai usato un simile vocabolo. Forse quel sindaco ha capito l’antifona prima di noi.

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.