Too Cool for Internet Explorer

Nuova informazione e onestà intellettuale

15 dicembre 2015 da Emilio Conti

Ho da qualche giorno scoperto, me ne è stata gentilmente data una copia, che nel paesello è stato distribuito un nuovo “giornalino”1 intitolato “La Basa la guarda in alt”2  che tradotto in italiano risulta essere “La Bassa guarda in alto” (vedi copia della prima pagina cliccando qui).

E qui, se fossi bsìa mi scapperebbe un “Per forza guarda in alto: è bassa!” 😛 Battute a parte, sono contento che un altro mezzo di informazione per i cittadini abbia fatto la sua comparsa a Belgioioso. Qualcuno che segue il blog si chiederà come mai un sito che è sempre stato, e sempre sarà, anti-leghista possa dichiarasi contento di un notiziario di quel partito politico. E’ presto spiegato. Innanzitutto perché l’informazione è sempre utile da qualsiasi parte arrivi. Secondariamente, e questo è sempre stato ribadito su questo blog, sarebbe anche ora che la gente incominciasse a riflettere su quello che è scritto giudicandolo per il suo contenuto e non, invece e purtroppo, su chi l’ha scritto (se non per verificarne la coerenza) e dove è stato scritto. E questa è stata sempre la nostra battaglia. Quindi, ben venga “La Basa la guarda in alt”.

 Ciò detto occorrerebbe che chi scrive certe cose faccia anche atto di auto-critica in modo che poi non lo si possa accusare di non essere onesto intellettualmente. Ed è quello che succede al “giornalino” in questione. Infatti, l’articolo in prima pagina intitolato “Considerazioni di pre-fallimento”, che prosegue in seconda, che è assolutamente condivisibile nel descrivere la tragica situazione di bilancio (e non solo) del nostro Comune, perde la sua efficacia non solo per la mancanza di autocritica, ma per mancanza di coerenza. Il sottotitolo del giornalino, infatti, è: “È BRUTTO DIRE: VE L’AVEVAMO DETTO!!!”. E uno si chiede: quando l’avete detto? Perché a noi del blog non risulta che la Lega abbia criticato la nostra amministrazione prima di adesso. Ma forse siamo noi che non ce ne siamo accorti. Nel qual caso ce ne scusiamo. Ma il problema è un altro.

 Il problema vero è che la Lega per ben due volte si è prodigata per far eleggere 1) per la seconda volta Zucca (si veda a questo proposito la mia analisi nel post I paradossi di Belgioioso) quando ben 435 votanti Lega Nord sostennero (a seguito ordini superiori) la lista Zucca nonostante fosse presente una lista della Lega e, così facendo, vanificando l’entrata in Consiglio comunale di un loro rappresentante; e 2) nell’elezione dello scorso anno quando, anche in questo caso, e sempre su direttive superiori, gli elettori leghisti furono invitati a votare la lista Rogato, stavolta però molti si sono rifiutati di seguire gli ordini impartiti.

E allora di che cosa stiamo parlando? Sarebbe stato bello iniziare la presentazione del “giornalino” con una dichiarazione del tipo: “Finora abbiamo sempre creduto nelle ultime due amministrazioni di Belgioioso, ma visti i risultati negativi ottenuti, vorremmo scusarci innanzitutto con i nostri elettori e poi con tutti i cittadini di Belgioioso”. Cosa che feci io quando misi in piedi questo blog. Dichiarai pubblicamente di aver votato Zucca (prima elezione) ma che, alla luce di quanto questo signore stava facendo, me ne ero profondamente pentito. Non aver fatto una dichiarazione simile fa apparire l’articolo “Considerazioni di pre-fallimento” come sciacallaggio politico e questo indipendentemente dal suo contenuto.

Ma forse qualcuno se lo merita …

  1. Non saprei come altro definirlo visto che è qualcosa di più di un volantino e di meno di un vero giornale, ma anche i primi giornali erano formati da sole quattro pagine []
  2. Veramente andrebbe scritto La Basä la guardä in alt []

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.