Too Cool for Internet Explorer

E anche questa è andata

13 giugno 2011 da Emilio Conti

Ormai lo sapete, il così tanto sospirato quorum per i quattro referendum è stato abbondantemente raggiunto e, come era prevedibile, il SI’ ha stravinto.

Potremmo essere veramente contenti, e lo siamo, e non per tutte quelle pseudo-ipotesi elettorali espresse nei talk-show post-referendum – vittoria della sinistra, sconfitta della destra, Berlusconi dovrebbe dimettersi, ecc. – ma perché il Cittadino ha potuto esprimere direttamente la sua opinione.

Però … Però adesso è il momento di vigilare, perché la macchina della casta sta già mettendosi in moto per aggirare l’esito dei referendum.

I Cittadini non vogliono il legittimo impedimento? Il Berlusca ha già pronto “la prescrizione breve“. Questo signore se ne è sempre fottuto dei Cittadini in generale, ma anche dei suoi elettori, e questo  non è certo  una novità. Almeno non lo è per me che è dal 1994 che so chi è Berlusconi. Lui ci proverà, ma noi dovremo prendercela non con lui, ma con chi quella legge gliela voterà e, soprattutto, con chi gliela firmerà.

I Cittadini vogliono che la gestione dell’acqua resti pubblica? Bersani ha già dichiarato che “dovremo fare una legge per regolare la distribuzione dell’acqua”. Dimostrando che le mani in pasta non ce le ha solo il centro-destra, ma ce le ha anche, se non di più, il cosiddetto centro-sinistra.

Se così fosse la volontà espressa dai cittadini su tre dei quattro referendum sarebbe già andata in gloria.

Il “nucleare” difficilmente potrà essere aggirato.

Speriamo che ciò che ho appena ipotizzato sia frutto solo del mio cinismo. Staremo a vedere.

P.S. Quanto avrà pesato la presa di posizione  del Papa  contro il nucleare sul raggiungimento del quorum? 😉

Una risposta a “E anche questa è andata”

  1. bsìa dice:

    E quegli emeriti stronzoni che in tutti i modi hanno cercato di sabotare i referendum? Il Maroni che li ha disaccorpati dalle elezioni amministrative. Quei merdosi tredici “onorevoli” che glielo hanno consentito. Il Berluscaz che ha tentato l’ennesimo gioco di prestigio del decreto “slittarorio”. Il sabotaggio scientifico dei telegiornali di regime (TG1 in testa che ha “sbagliato” persino a dare le date dei referendum, a proposito di Santoro), ecc. ecc. 🙁

    P.S. Han visto il premier comperare collanine! 😉 Stasera bunga-bunga per dimenticare?

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.