Too Cool for Internet Explorer

E’ solo questione di tempo

7 novembre 2011 da sgur_di_tri

Quando Rusa_granda, nel suo commento al post di bsia (Non toccate la Primadonna!) di qualche giorno fa, scriveva che “…il tempo per far cadere l’amministrazione, e quindi ricandidarsi, sta scadendo!, richiamava una precisa norma di Legge, e cioè la norma che regola la durata del mandato del Sindaco.

Nello specifico, si tratta del Comma 3 dell’Art. 51 del Dlgs. 267/2000 (Durata del mandato del Sindaco, del Presidente della provincia e dei Consigli. Limitazione dei mandati), che “recita” testualmente :

3. E’ consentito un terzo mandato consecutivo se uno dei due mandati precedenti ha avuto durata inferiore a due anni, sei mesi e un giorno, per causa diversa dalle dimissioni volontarie.

La ragione per cui il legislatore ha optato per la tesi del ricambio dei titolari della carica di primi cittadini “va ricercata in primo luogo nell’intento di evitare il consolidarsi del vertice dei governi locali che potrebbe, in via ipotetica, dare luogo ad utilizzazioni indebite di tale potere politico-amministrativo oppure ad una politica statica da parte di chi sostanzialmente viene a risultare il detentore quasi “monopolista” di tale carica.”.

“Di contrario avviso sono gli amministratori e gli studiosi che ritengono che in tal modo venga a disperdersi un bagaglio acquisito di professionalità, di capacità amministrativa,di esperienza e di conoscenza della vita locale, che è patrimonio indiscutibilmente presente nei sindaci che abbiano svolto la loro “missione” per due mandati”. 1

Ciò detto, tenuto conto che a Belgioioso le Elezioni comunali si sono svolte il 6/7 giugno 2009, la scadenza dei “due anni, sei mesi e un giorno” si sta effettivamente avvicinando!

  1. Queste considerazioni sono tratte dalla pagina del sito internet del Ministero dell’Interno dedicata specificatamente a questo argomento – vedi qui []

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.