Too Cool for Internet Explorer

Comitato contro il raddoppio dell’inceneritore

24 ottobre 2010 da Emilio Conti

Si sta organizzando un comitato contrario al raddoppio dell’inceneritore di Corteolona! La notizia è stata riportata in una breve di cronaca il 22 del corrente mese.1

Come sempre la notizia è stata quasi nascosta (un trafiletto di quindici righe) e non ritenuta degna di un più approfondito articolo, come invece capita quando si deve pubblicizzare i propagandistici “tour” di visite guidate all’inceneritore, nel qual caso lo spazio dedicato corrisponde ad intere pagine.

Il comitato ha preso le mosse da una riunione svoltasi a Badia Pavese il 20 ottobre scorso. Pur essendone informato, non ho potuto partecipare. Se da un lato la mancata partecipazione mi ha contrariato, dall’altro, vista la partecipazione di esponenti di Forza Nuova, un po’ me ne rallegro (non riesco a sopportare certa gente).

Vengo a sapere dal giornale che, oltre ai “grillini” – presenza più che scontata 😎 , hanno partecipato anche diverse rappresentanze delle amministrazioni interessate: Miradolo, Monticelli, Pieve Porto Morone, Santa Cristina e Bissone, Spessa. Mi sarei aspettato anche una rappresentanza  di Chignolo Po dopo la dura presa di posizione del suo sindaco.

Come potete constatare, la nostra amministrazione si è ben guardata dal farsi viva. I campioni della salvaguardia dell’ambiente, quelli che un giorno sì e l’altro pure sbandierano le bellezze naturali della Bassa, tacciono: scomparsi nel nulla!

D’altra parte, cosa ci si potrebbe aspettare da chi è propenso a barattare la salute dei suoi compaesani per una tangenziale! Ci toglie una fonte di inquinamento e ce ne lascia un’altra raddoppiata: una mossa a somma zero, nella migliore delle ipotesi.

  1. Nasce il comitato contro il “termo”La Provincia PAVESE – 22.10.2010 []

Una risposta a “Comitato contro il raddoppio dell’inceneritore”

  1. bsìa dice:

    A parte la semplice quisquiglia che la tangenziale avrebbero dovuto costruirla comunque, inceneritore o meno!!! A due anni e mezzo dal reinsediamento del sire visconteo manco un progetto è stato in grado di partorire. Sarà un problema di fertilità? 😐

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.