Too Cool for Internet Explorer

Ztl: una duplice funzione

5 settembre 2013 da Emilio Conti

Ho letto con un misto di sorpresa e perplessità l’articolo di qualche giorno fa su La Provincia PAVESE in cui il nostro sindaco, in modo perentorio (da par suo), esprime il desiderio di istituire per la “città” una Zona a Traffico Limitato (Ztl) in modo da impedire il transito dei mezzi pesanti in determinate ore della giornata (notizia che è stata all’origine del post di sgur_di_trì dal titolo Nuntio vobis: arriva la Ztl!). Personalmente non credo che l’idea verrà realizzata, anche perché ormai siamo abituati agli annunci tonitruanti del nostro sindaco (riguardo al traffico e alla tangenziale) a cui non fa seguito alcunché. In sostanza penso si tratti della solita boutade propagandistica.

L’idea però è buona perché la Ztl potrebbe svolgere, oltre a quella di sanzionare gli ingressi negli orari vietati, un’altra funzione: quella di far pagare il pedaggio ai mezzi pesanti, come avviene nella zona C di Milano per tutti gli autoveicoli. Un’idea, quest’ultima, che avevo a suo tempo suggerito all’allora assessore al traffico Polloni al punto 2 di un mio post (di ben cinque anni fa) dal titolo A proposito di polemiche nel quale proponevo di far pagare il ticket ai mezzi pesanti in transito per Belgioioso con lo scopo, ovvio, di rendere antieconomico il trasporto attraverso la città in favore di direttrici alternative (che esistono).

Staremo a vedere cosa ci riserva il futuro.

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.