Too Cool for Internet Explorer

Meraviglie nel paese delle meraviglie

8 marzo 2012 da bsìa

Robä dä fan di libär!1

Ma in che cazzo di paese (Italia) siamo capitati? Anzi, meglio, come cazzo hanno ridotto questo povero paese? Non c’è giorno che passa senza dover leggere notizie demenziali sulla stampa o doverle ascoltare in TV.

Ultima della serie quella apparsa stamane sulla stampa locale2 che ci informa che sulla strada provinciale 193, che collega Pieve Porto Morone a Chignolo, hanno abbassato il limite di velocità da 90 Km/h a 50 Km/h. Avete letto bene! Su una strada extra urbana hanno messo il limite di velocità di una strada cittadina. 😯

Motivo? Dal momento che non ci sono i soldi per riparala (e sono anni che a quanto pare ‘sti soldi non ci sono,  e più passa il tempo  più soldi occorreranno per riparala, visto che ad ogni anno che passa la situazione non può che peggiorare) allora abbassano il limite di velocità “per la sicurezza dei conducenti di autoveicoli”! E lo dicono senza pudore! Dicono delle cose che farebbero vergognare un ladro rimanendo serissimi e senza che nessuno gli sferri un calcio in culo. Il sindaco di Pieve, che in diverse occasioni ha sbraitato, giustamente, per le condizioni dell’asfalto del ponte sul Po adesso “allarga le braccia”! Bravo!

La realtà vera è che quel limite di velocità l’hanno messo per pararsi il culo, sempre il loro amatissimo culo, contro eventuali cause che potrebbero capitargli addosso, o che magari già gli sono capitate. Altro che “per la sicurezza degli automobilisti”.

Ma sorge una domanda: SE I SOLDI NON CI SONO, CHE CAZZO CI TENIAMO A FARE UN ASSESSORE PROVINCIALE AI LAVORI PUBBLICI CHE NON PUÒ FAR NIENTE E IL CUI STIPENDIO CI COSTA UN OCCHIO? (i soldi per i loro stipendi, stranamente, ci sono sempre: guarda che coincidenza!) Forse per venirci a prendere per il culo con simili amenità? Forse abolire l’assessorato provinciale ai lavori pubblici, e relativo assessore, ci farebbe risparmiare un bel po’ di grana! Non pensate?

E comunque sappiate che

CI AVETE ROTTO I COGLIONI!

  1. Traduzione: “vicenda degna di essere celebrata con dei libri” []
  2. La Provincia PAVESE – «Le buche restano, ma andate più piano» – pag. 20 []

Una risposta a “Meraviglie nel paese delle meraviglie”

  1. panettiere dice:

    Amici cari avete notato cosa ha fatto di nuvo il nostro sire ha tagliato il primo pintone davanti al piccolo bar come mai?

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.