Too Cool for Internet Explorer

Le bugie hanno le gambe corte

10 giugno 2008 da bsìa

Era un proverbio che le nostre mamme/nonne ci recitavano con fare severo quando sospettavano, a ragione, che stavamo raccontando delle balle oppure quando cadevamo in contraddizione dopo averne raccontata una (o più). 😈 Forse adesso non s’usa più e, quindi, arrivo io a ripristinarlo. 😀

A che pro? E’ presto detto. Lunedì (ieri) su Il Punto, grande peana a favore di Sua Santità Fabio I sotto le mentite spoglie di un presunto “giallo” sull’età del castello dopo la famosissima scoperta dell’altrettanto famosissima “bifora” (‘sta bifora diventerà un tormentone fino alle elezioni dell’anno prossimo, potete scommetterci). (Che si tratti di un “giallo” lo dimostrerebbe le testimonianze di alcuni ghostbuster che, abituati a vedere fantasmi, giurano di aver visto anche quello del Lucarelli che starebbe preparando una trasmissione televisiva . . . fantasma 😈 ). Con la scusa del “carbonio radio 14” nell’articolo il nostro snocciola alcune cifre inerenti alla ristrutturazione del monumento: il 40% ce li metterebbe la regione Lombardia (cioè, in parte ancora noi belgioiosini), ma poi il 40% di che importo? Di 700.000 euro? Allora, il 40% di 700.000 ammonta a 280.000. 300.000 euro ce li metterebbe l’Ente fiere Castelli di Belgioioso e Sartirana e fanno 580.000. Il 10%, che corrisponde a 70.000 euro, ce lo mettiamo noi, e arriviamo a 650.000. Mancherebbero 50.000 euro (che corrisponde a un 7% abbondante) ma non cavilliamo troppo. E poi ecco il coup de théâtre: “soprattutto senza incidere sulle imposte e sulle tasse dei cittadini”.

La balla dove sarebbe? Nel mese di marzo di quest’anno le opposizioni divulgavano un volantino (che potete visualizzare qui) che avvertiva che il comune aveva stanziato 1.000.000 (un milione) di euro per la ristrutturazione del castello. Quel volantino mi aveva dato lo spunto per scrivere il post La finanza creativa dell’allegra comitiva. Come si concilia, dunque, il milione di euro con i settantamila dichiarati nell’articolo? Sono un milione o settantamila?

Per quanto concerne poi il fatto di “non aver aumentato le tasse” ai belgioiosini non è una cosa così mirabolante: basta tagliare da qualche altra parte, tipo la sovvenzione alle scuole medie (500 euro – stesso volantino – roba da vergognarsi), oppure non aiutare più i meno abbienti a pagare gli affitti, e il gioco è fatto! D’altra parte è anche la tesi sostenuta da Francesco Daidone (ma soprattutto da questo blog) quando ha dichiarato che le risorse destinate al castello stanno prosciugando quelle destinate ad altri scopi.

Ma che importa? Tanto qui siamo tutti dei deficienti. 👿

Ma non la vogliono capire: è finito il tempo della propaganda a mezzo stampa, quando uno leggeva il giornale e il giorno dopo lo buttava e dopo due giorni non si ricordava più quanto era stato scritto e, quindi, gli si poteva propinare una notizia opposta alla precedente senza che il poveretto se ne accorgesse. Adesso c’è Internet e i blog (con corredo di rompicazzi come il sottoscritto :mrgreen: ). Lì tutto rimane, basta una piccola ricerca e la cortina fumogena che tentano ancora di sollevare svanisce.

Smettetela con le fregnacce!! 😆 (tanto non scappate 😛 )

——————————————————————–

P.S. L’artcolo a cui si fa riferimento è stato scritto da Maurizio Daidone. Si tratta dello stesso Maurizio Daidone presidente della Pro Loco di Belgioioso o si tratta di omonimia?
Nel primo caso, visti i rapporti intercorrenti tra Pro Loco e Comune di Belgioioso, non saremmo per caso davanti a un palese conflitto d’interessi?

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.