Too Cool for Internet Explorer

Castello di Belgioioso: il restauro continua …

24 luglio 2010 da sgur_di_tri

Come è noto, nel 2007 l’Amministrazione comunale di Belgioioso, guidata dal Prof. Zucca, ha proceduto all’acquisto della parte est del Castello, e ha dato avvio ai lavori di ristrutturazione per il suo recupero funzionale, lavori che hanno portato, fra l’altro, al restauro di alcune sale.

E così, nel corso di questi tre anni, nelle sale rinnovate del vetusto maniero si sono potute svolgere mostre di pittura (Schifano, De Chirico, Rotella, e altri), si sono organizzati convegni e cerimonie di vario tipo e, come annunciato, alcune di esse ospiteranno, in un prossimo futuro, una Mostra permanente sull’ambiente e il paesaggio (o Ecomuseo).

Tutto bene quindi? Sembrerebbe di sì. Ma una domanda sorge spontanea: quanti sono i soldi che si stanno mettendo nel restauro del Castello? O meglio: si sa esattamente quanto gravano o graveranno queste spese sui Bilanci del “paesello”?

Per cercare una risposta siamo andati sul sito internet del Comune di Belgioioso, dove sono postate le “Relazioni allegate ai Bilanci di Previsione”, e da lì qualche informazione l’abbiamo ricavata, rispettivamente, per il 2009 a pag. 14 e per il 2010 alle pagg. 7, 8 e 14.

Ebbene, dalle due Relazioni una cosa emerge chiaramente, e cioè che si viene rassicurati circa la copertura delle spese di restauro  le quali – così ho capito io – non graverebbero sul Bilancio comunale (e quindi sui cittadini di Belgioioso), ma sarebbero coperte da finanziamenti provenienti da fonti diverse (dalla Regione Lombardia, da privati, dalla Fondazione Cariplo, dal Consorzio Terre Basso Pavese).

Con questo unico particolare, che abbiamo rilevato a pagina 8 della Relazione del 2010, e che riportiamo testualmente:Il restauro del castello rappresenta comunque una voce importante del programma delle opere pubbliche dell’anno 2010. Il progetto in fase di approvazione per il restauro del secondo lotto funzionale verrà finanziato dalla Fondazione Cariplo e in parte con fondi propri. E’ stato previsto al momento un mutuo di 860.000 euro che verrà diminuito a seguito dell’applicazione dell’Avanzo di amministrazione1 derivante dall’approvazione del consuntivo 2009 e da probabili fondi statali in fase di erogazione.

Sarebbe auspicabile, però,  che l’Amministrazione comunale di Belgioioso raggruppasse, in maniera organica, tutti i dati riferiti al Castello in uno specifico documento (una specie di “Quadro d’insieme delle spese per il restauro del Castello”), da aggiornare periodicamente e da rendere pubblico.

Sarebbe un documento davvero importante, in quanto servirebbe ad informare, in modo puntuale e trasparente, i cittadini di Belgioioso su quanto si è speso e su quanto si prevede ancora di spendere per il recupero definitivo della storica struttura.

Aspettiamo fiduciosi.

P.S. Mi spiace ma, basandomi solo sui dati disponibili sul sito del Comune di Belgioioso, non sono riuscito a calcolare il totale delle spese previste per il restauro del Castello. Sarà sicuramente colpa mia (ammetto che la matematica non è mai stata il mio “forte”), ma ogni volta che provo a sommare le spese che mi sembrano riferite al Castello, mi perdo fra “lotti” già restaurati e “lotti” ancora da restaurare, fra una manutenzione straordinaria e una spesa prevista, e altro ancora. Non mi resta quindi che lanciare un appello: se c’è qualche frequentatore del blog che (documenti alla mano) riesce a calcolarle, ce le comunichi e saremo ben lieti di pubblicarle.

  1. L’Avanzo di Amministrazione del Comune di Belgioioso, evidenziato dal Rendiconto di gestione per il 2009, ammonta alla ragguardevole cifra di Euro 467.704,51 e di questi sono stati destinati a sostenere le Spese per investimento ben Euro 219.000,00 . Vedi in proposito la Newsletter del 31 maggio 2010 – pag. 2 []

Una risposta a “Castello di Belgioioso: il restauro continua …”

  1. bsìa dice:

    Ma dai, sgur_di_trì, non penserai mica che il nostro buon papà Fabio ci faccia pagare un euro per il restauro del maniero, vero? Come ogni buon papà, lui si preoccupa dei suoi bambini, un po’ cretini.
    Infatti il belgioiosino beota non scucirà un euro per il restauro del castello. Una parte dei costi la sosterrà la fondazione Cariplo, un’altra la regione Lombardia (soprattutto dopo la finanziaria approvata dal governo di “fogna_che_cammina”), un’altra ancora verrà recuperata dal Genio della lampada ed, infine, l’ultima dalla fata Turchina.
    Come dici? Perché abbiamo l’addizionale IRPEF tra le più alte della Provincia?
    Ma per finanziare il Belgioioso-Festival e per coprire le loro succulente prebende!
    Ma che cazzo di domande fai! 🙂

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.