Too Cool for Internet Explorer

Il gioco delle tre tavolette

30 agosto 2008 da brain50

Stemperiamo un pò il polverone della politica locale per soffiare sul polverone Alitalia (ormai quasi ex).

Finalmente siamo arrivati al dunque e vorrei fare alcune considerazioni:

1) Se fossi ricca (molto molto ricca naturalmente), ed avessi un bel pò di soldi da investire, sarebbe piaciuto anche a me partecipare a questa cordata di salvataggio che mi impegna su un finanziamento sicuro, senza rischi (tanto dell’azienda ormai in cancrena prendo solo la parte sana ed il marcio lo lascio per gli altri) e poi come per incanto da qui ad un anno ci mettiamo d’accordo e la rivendiamo magari facendoci anche degli utili (e beh d’altronde come salvatori abbiamo il diritto di guadagnarci qualcosa no??????)

 

2) Il marcio ovvero i debiti accumulati dall’azienda per protratta amministrazione clientelare, per assunzioni inutili fatte ad hoc per accontentare tizio e caio, insomma tutto quello che fa parte del deficit, verrà preso in carico dallo stato e non graverà sulle tasche dei cittadini!

Ah!!!!!Quindi vuol dire che la zecca di stato provvederà a stampare dei nuovi soldi per coprire questi debiti (stile macchinetta) perché, fino a prova contraria , se i debiti se li accolla lo stato alla fine chi li paga in realtà sono i cittadini ovvero noi.

E qui mi irrito, mi irrito molto per il coraggio con il quale si fanno certe affermazioni, per il coraggio con il quale si continua a pensare che il popolo italiano medio sia composto da poveri incapaci e che quindi tutto quello che gli viene detto viene bevuto senza batter ciglio……..

Fortunatamente riusciamo ancora a capire se qualcuno ci prende per il c…..oppure dice la verità anche se serve a poco.

 

3) Berlusconi ha vinto la sua scommessa. Infatti come dice il titolo del mio intervento si è trattato più o meno come il gioco delle tre tavolette con i tre punti che ho poi evidenziato nell’esposizione del mio pensiero.

Null’altro da aggiungere se non il fatto che stiamo sempre più perdendo di vista l’importanza di valori come l’onestà, la trasparenza, le responsabilità, il coraggio delle proprie azioni e tutti questi esempi poco edificanti non partono certo dal basso!

Ciau

Una risposta a “Il gioco delle tre tavolette”

  1. Emilio Conti dice:

    Sul fatto che “tutti questi esempi poco edificanti non partono certo dal basso” incomincio ad avere seri dubbi!

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.