Too Cool for Internet Explorer

Chi raddoppia prima o poi lascia!

16 settembre 2008 da bsìa

Non ho nessuna vergogna nel dire che invidio quel lurido pensionato 😉 dell’amministratore di questo blog che alle nove di mattina ha già guardato due o tre giornali. Mentre c’è chi si alza la mattina presto per andare a tirare la carretta e pagargli pure la pensione! 😈 Così non riesco ad essere informato delle “novità” belgioiosine se non a sera (a meno che il suddetto lurido non mi telefoni o non mi mandi una mail).

Ieri giornata bestiale. Intanto era lunedì! E poi i soliti problemi: traffico demenziale, giornata lavorativa piena di contrattempi. Torni a casa la sera già con un piede nella fossa e devi sorbirti anche i problemini di moglie e figli. 🙁 Dopo aver recuperato un po’ d’energia con una buona cena, con un po’ più di speranza do un’occhiata ai programmi TV: NOOOOOOOOOOOOOOOO!!

L’ISOLA DEI FAMOSI!!! NOOOOOOOOOOOO!!!

Decido di suicidarmi con un’overdose di Alka Seltzer, quando l’occhio mi cade su il Punto, settimanale del lunedì. L’istinto animale mi dice che c’è qualcosa e allora lascio perdere la volontà suicida 😆 , raccolgo occhio e giornale, e …

La bestia che è in me non si sbagliava!! Titolone: “Belgioioso, alla Materna Zucca raddoppia”. Leggo: “Abbiamo incontrato – commenta soddisfatto il sindaco Fabio Zucca – genitori e bambini i primi giorni di scuola per verificare sul campo le impressioni e devo dire che si sono dimostrate oltre le più rosee aspettative […]”. Quale sarebbe la notizia? Ormai lo sanno tutti i belgioiosini che il nostro sindaco è un novello re Mida che tutto quello che tocca trasforma in oro 😯 (quand’è che si toccherà la sua splendente capoccia? 😈 ). Proseguo e scopro che il raddoppio è riferito alla dimensione della scuola materna dovuta alla costruzione di due nuove aule. Cosa? Con due nuove aule ha raddoppiato la materna? Sicuramente ci sono dei problemi con la matematica, a meno che prima la suddetta scuola materna non fosse formata da due sole aule.

Quisquiglie! Vuoi mettere la dichiarazione dell’assessore Malinverni? “La scelta di utilizzare arredi e finiture degli stabili con tonalità vivaci e colorate è stata particolarmente gradita dai bambini e sicuramente cercheremo di ripeterla anche per i lavori programmati alle scuole elementari e media di primo grado”. Dal momento che i colori hanno un forte impatto psicologico (non solo sui bambini: chiedere al berlusca e ai pubblicitari), mi auguro che l’assessore si sia avvalso della consulenza di un buon psicologo (sarà sicuramente così perché, di psicologi, i lacché di questa amministrazione – che stanno cercando disperatamente di uscire dalla loro fase anale – ne conoscono parecchi :mrgreen: ) e non sia stato il frutto di dilettantismo sperimentale. A meno che la ragione non sia un’altra, e molto più prosaica,  e cioè che per mancanza di soldi abbiano raccolto un po’ di pittura inutilizzata dagli imbianchini della zona! 😉

C’era una volta una trasmissione TV: per il momento il nostro sindaco ha raddoppiato … 😛

Ringrazio Daidone per il suo articolo, prometto di leggere il Punto ogni lunedì, che è riuscito a scaricarmi completamente dallo stress di una giornata lavorativa da incubo. “Quasi” meglio che fare sesso! Anzi, mi sono coricato con strane voglie!  😀

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.