Too Cool for Internet Explorer

Lotta al cancro: corsi e ricorsi storici

23 marzo 2010 da sgur_di_tri

«Nei prossimi tre anni col mio governo, vogliamo anche vincere  il cancro, che colpisce ogni anno 250.000 italiani e che riguarda quasi due milioni di nostri cittadini». Questa è la frase esatta pronunciata dal Premier durante l’adunata “oceanica” di sabato scorso (se ve la siete persa, potete sentirla qui).

Il Premier sa forse che siamo ad un punto di svolta in questa lotta? Oppure, nel solco del miglior (o peggior) imbonitore di piazza, siamo di fronte ad un amaro spot elettorale, che specula sul dolore e sulle speranze di milioni di persone?

Come ormai si sa il cancro non è un mostro unico, ma assume tante forme, e sappiamo anche che le comunità scientifiche che studiano la malattia sono in contatto fra di loro (e quella italiana certamente sta facendo la sua parte), ma, per sapere esattamente come stanno le cose, aspetterei la parola di chi su questo tema ci lavora da anni, e non mi baserei solo sulle parole di B.

La lotta contro il cancro è di vecchia data. Vi sembrerà alquanto strano ma anche Hitler avviò una propria lotta al cancro, e negli anni Trenta, infatti, promosse campagne contro il fumo, contro la vita sedentaria, contro i coloranti nei cibi, per i cibi integrali, ecc.. Ovviamente Hitler lo faceva per salvaguardare la razza ariana.1

Campagne contro il cancro vennero promosse con apposite Leggi (National Cancer Act) anche negli Stani Uniti, prima nel 1937 e poi da Richard Nixon nel 1971, che ne fece una priorità strategica. Si  aumentarono gli investimenti nella ricerca e nello sviluppo dei prodotti. Si favorirono gli investimenti privati, e la ricerca negli USA crebbe come da nessun’altra parte nel mondo.

Una cosa, però, traspare chiaramente da quello che abbiamo appena detto: e cioè che per continuare la battaglia contro la “malattia del secolo” (con qualche speranza di vincerla) occorrono ingenti finanziamenti per la ricerca, che al momento in Italia, purtroppo, non mi sembra si stiano mettendo in campo. Ancora una volta siamo alla “politica dell’annuncio”?

  1. Vedi in proposito il libro La guerra di Hitler al cancro di Robert N. Proctor – Cortina Editore – pag. 456 []

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.