Too Cool for Internet Explorer

Giornalismo spannometrico

10 ottobre 2009 da bsìa

OK, facciamo pure le manifestazioni per la libertà di stampa (le manifestazioni in una democrazia van, e fan, sempre bene) ma sarebbe anche ora che i giornalisti si facessero un bell’esame di coscienza e cominciassero a depurare la loro categoria da quelli che non sanno fare il mestiere.

Stamattina ho letto la più grande cagata da quando abbiamo aperto il blog. Titolo: “Web gratis in Comune per informarsi1.

In un primo momento, stavo facendo colazione  😎 , leggendo un po’ distrattamente pensavo si trattasse del fatto che la nostra amministrazione, sull’esempio di altre lungimiranti (lungimirante la nostra? 😯 Questo avrebbe dovuto insospettirmi 👿 ), stesse attivando un servizio di connessione Internet wi-fi gratuito che coprisse una parte del paese di modo che, per esempio, il brüsacrist informatico avrebbe potuto navigare “a maca” con il suo laptop (ok, portatile 😐 ) comodamente seduto al bar mentre si sorbiva un abbondante ed ottimo Negroni 😎 . Illusioooneeee, doolce chimera sei tuuuu.. 😆

Dopo l’ingozzatura mattutina leggo meglio e no, non di wi-fi si tratta, ma di un servizio del cazzo e pure costoso assai. Riporto testualmente l’incipit dell’articolo: “Informarsi sulle attività istituzionali del Comune e sugli appuntamenti culturali organizzati dall’Ente Fiera dei castelli di Belgioioso e Sartirana. Ora si può fare con facilità e gratuitamente usando i due computer messi a disposizione dei cittadini o dei turisti nell’ingresso del municipio di Belgioioso e davanti alla parte settecentesca del castello”.

Allora, se il cittadino vuole informarsi dovrebbe:

  1. uscire di casa;
  2. raggiungere il municipio (ovviamente nelle ore di apertura al pubblico) o il castello;
  3. imparare ad usare il software.

Chiamare tutto questo “un ulteriore servizio ai nostri cittadini”, come ha dichiarato sua_immensità, mi sembra semplicemente demenziale (io invece saprei benissimo dove fargli un “servizio”, abbondante e che non olezza certo di lavanda 😈 ). Ma non, evidentemente, per il giornalista. Scopro poi che per acquistare due PC è stato necessario un finanziamento della Regione di 20.000 (ventimila) euro!!!! 😯 Dall’articolo si evince, anche piuttosto chiaramente (per chi sa leggere), che la cifra finanziata rappresenta solo una parte del costo della “operazione” il cui ammontare è di sicuro molto superiore: a quanto ammonterà? Il finanziamento è a fondo perduto? Non sembra una somma eccessiva per due PC? Saranno fatti di oro massiccio?

Questo è ciò che un cittadino si aspetterebbe dalla stampa, ma si sa: le domande scomode non devono essere fatte! Altro esempio: saranno vere le voci che circolano in paese e che sostengono che la nostra amministrazione avrebbe bloccato gli aumenti salariali ai dipendenti comunali per la non proprio florida situazione del bilancio? Non sarebbe il caso di fare una piccola indagine?

P.S. Come se non bastasse, e ulteriore nota negativa: la “opposizione” non ha niente da dire? Siamo ancora nella situazione “bella addormentata”? Cosa dovremmo fare per destarla dal sonno stregato? Io, sinceramente, di andare a baciare i dormienti  per risvegliarli proprio non me la sento! 👿 Andrebbe meglio con qualche calcione nei coglioni? Se sì,arrivo!! 😆

  1. La Provincia PAVESE – 10 ottobre 2009 []

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.