Too Cool for Internet Explorer

La discesa degli dei

18 gennaio 2011 da bsìa

Al fine qualche dio è sceso dalla reggia ed è venuto a vedere cosa sta succedendo tra gli umani. Forse estasiati dall’ambrosia, non si erano accorti in quale pietoso stato versavano i loro incolpevoli adoratori. Distrattamente una coppiera in abiti discinti, mentre si accingeva e mescere la divina bevanda, lanciò uno sguardo verso il basso e, accortasi delle misere condizioni della plebe terrestre, sussurrò all’orecchio del dio degli dei: “O sommo, lancia uno sguardo sulla terra! Guarda in che stato versano i tuoi umani”.

Il sommo dio sbigottì, e quasi l’ambrosia gli andò di traverso. Chiamò altri due dei, quelli di cui si fidava maggiormente, e con essi discese dal monte Pirlone per aiutare l’umanità. Appena arrivati costruirono immediatamente “Uno sportello per trovare lavoro”. Dopo di che esultanti proclamarono:1

“(…) La situazione sta assumendo toni preoccupanti” enunciò il capo degli dei. Il popolaccio esclamò: “Ma va?”

Allora intervenne la dea del welfare: “(…) il nostro territorio che deve fare i conti con le nuove povertà determinate dalla crisi economica”. Il solito popolaccio: “O dea, sai che non ce ne eravamo accorti?”

Volle intervenire anche la dea più giovane, la dea dei “belaridon”: “Stiamo cercando di fronteggiare il grave problema della perdita di numerosi posti di lavoro”. E il popolo gnurant: “Toh, sai che non lo sapevamo?”

E così, contenti della loro memorabile impresa, si incamminarono, felici e beati, verso quel paese.

  1. Le dichiarazioni degli dei qui riportate sono tratte dall’articolo “Uno sportello per trovare lavoro” pubblicato su La Provincia PAVESE di oggi []

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.