Too Cool for Internet Explorer

Comitato pro gassificatore: solo per il nostro bene?

8 maggio 2012 da Emilio Conti

Ho letto con molta sorpresa (ma sorpresa in senso negativo) l’intervista rilasciata dal Dott. Massimini alla stampa locale e pubblicata ieri sotto al titolo: “A Belgioioso nasce il comitato che dice sì al gassificatore”.1 Sorpresa perché alcune dichiarazione lasciano perplessi mentre altre sono palesemente false.

Il Dott. Massimini si qualifica come “portavoce” del gruppo a difesa dell’impianto. E dichiara: “Il comitato è nato per prendere le distanze da una politica che da oltre 40 anni sostiene di pensare alla gente e che invece porta avanti solo battaglie personali”. C’è da chiedersi dove abiti il Dott. Massimini, visto che a Belgioioso abbiamo un sindaco espertissimo in “battaglie personali”, ma forse avrebbe fatto meglio a esplicitare con più chiarezza cosa voleva dire con quella sua affermazione.

E più avanti: “Siamo convinti che il gassificatore non comporti danni per la salute (…)”. Forse il Dott. Massimini non ha assistito alla presentazione dell’impianto fatta dalla ditta costrutrice perché altrimenti dovrebbe sapere, come è stato detto chiaramente, che si tratta di un impianto prototipo, e prototipo significa sperimentale! Nel caso il Dott. Massimini non abbia il tempo di fare una rapida ricerca, ecco come viene definito un prototipo sulla Piccola Treccani: “Primo esemplare, modello originale di una serie di realizzazioni successive (spec. con riferimento a congegni e macchine), costruito, per lo più artigianalmente, nella sua grandezza normale, suscettibile di collaudi e perfezionamenti allo scopo di migliorarne le prestazioni e aumentarne la sicurezza, e su cui è basata poi la costruzione in serie”. Il Dott. Massimini sostiene, quindi, che piazzare un impianto-prototipo tra le case del paese e a fianco delle scuole sia assolutamente sicuro. Fa piacere sapere che ci sono uomini con queste “certezze”. La verità però è un altra, come ben testimonia l’assemblea tenutasi a Sesto Calende dove la Ely, la stessa società che vuole costruire l’impianto a Belgioioso, vuole costruirne uno simile. La potete leggere cliccando qui. Vi consiglio di leggerla con molta attenzione perché, tra l’altro, scoprirete, ad esempio, che il problema traffico di mezzi pesanti non riguarda solamente l’apporto del legno per il funzionamento della centrale, ma anche lo smaltimento del carbone che è il risultato finale del processo. e questo aspetto è stato accuratamente celato.

Proseguendo nella sua smania dichiarativa, il Dott. Massimini arriva perfino a sostenere il falso quando afferma che “Siamo d’accordo con questo impianto che anche il movimento 5 Stelle e le associazioni ambientaliste considerano tra quelli che tutelano di più la salute pubblica.”. Non so gli ambientalisti, ma Grillo non ha MAI sostenuto una cosa simile. Il Dott. Massimini farebbe meglio a frequentare di più la rete, sia il blog di Grillo sia, ben più modestamente, il nostro quando abbiamo pubblicato due video (uno proprio del comico genovese e l’altro della Gabanelli) nel post Centrali a biomassa. Sicuramente gli sarà sfuggito.

Il motivo dichiarato della nascita di questo comitato, però, non mi ha affatto convinto e le dichiarazioni del Dott. Massimini non hanno fatto altro che rafforzare questo mio convincimento.

  1. La Provincia PAVESE – 7.05.2012 – pag. 14 []

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.