Too Cool for Internet Explorer

Con quella bocca può dire ciò che vuole

21 agosto 2012 da Emilio Conti

I non più giovani si ricorderanno di quel Carosello in cui una nota ditta di dentifricio pubblicizzava il proprio prodotto facendo pronunciare da un protagonista, di fronte ad un magnifico sorriso di Virna Lisi, la frase: “Con quella bocca può dire ciò che vuole!”. Questo vecchio sketch mi è tornato alla mente leggendo l’articolo intitolato “Belgioioso, è lite sulla ex-Dolma1 dove il “nostro” sindaco, a proposito della rinata questione dell’area ex-Dolma, potenziale deposito di sostanze pericolose, per giustificare il fatto che la Sinteco logistics sia stata inserita, dalla regione Lombardia, nell’elenco degli stabilimenti a rischio di incidente rilevante, se ne sia uscito con la giustificazione che: “(…) ci sarebbe dovuto essere un deposito di dentifrici (…)”.

A parte il fatto dell’ilarità che una simile giustificazione ha suscitato, c’è da domandarsi se a Belgioioso ci siano ancora dei cittadini disposti a bersi simili scuse. Che per stockare dentifrici o bevande gasate, come mi riferì all’epoca l’ex consigliere Fraschini, sia necessaria l’autorizzazione a depositare sostanze soggette alla legge Seveso è talmente paradossale che non meriterebbe neppure che questo blog spenda altro tempo a pubblicare un solo post. Ma …

La cosa ancor più paradossale è che il sindaco, per dimostrare che nell’area ex-Dolma non ci sia niente di pericoloso, abbia mostrato la fotografia di un cartello che riporta la scritta “Affittasi“, cartello che sarebbe esposto nell’area stessa. Dal momento che c’è spazio da affittare, sembra volerci dire il sig. Zucca, allora le sostanze pericolose non ci sono. Ma questo non significa affatto che negli spazi già affittati non ci siano schifezze. Ma, come più volte abbiamo sottolineato su questo blog, la logica non è una virtù che appartiene ai politici.

Su una dichiarazione del sindaco, però, concordiamo, quando afferma “Non so dove viva il consigliere Polloni (…)”. E noi vorremmo aggiungere: anche molti altri. Infatti la questione ex-Dolma, e della sua pericolosità dovuta anche alla vicinanza con l’impianto Lampogas, è stata sollevata da parecchio tempo e questo blog ne ha parlato ripetutamente all’epoca (vedi i post Vergogna!, Belgioioso-Italia, Una buona notizia, Ex Dolma atto II, Bella mossa!E Belgioioso?). Allora però non ci ricordiamo di una presa di posizione non solo del Polloni, ma anche di altri consiglieri di maggioranza, tranne la lodevole eccezione di Francesco Daidone, che adesso, ad esempio, hanno definito come demenziale, su Facebook, l’idea della centrale a biomasse. Allora tutti in fila ordinata dietro al sindaco. Noi siamo per il “meglio tardi che mai”. ma ci domandiamo come sia possibile che solamente poche persone si siano accorte, ben cinque anni fa, di che pasta fosse fatto il sindaco! E senza contare le polemiche anche virulente nei confronti di questo blog, quando, unica voce, “osava” mettere in discussione l’operato della nostra amministrazione.

Tutte le altre dichiarazioni riportate nell’articolo appartengono alla categoria del “già sentito” del tipo: “(…) l’economia di Belgioioso è in caduta libera. Non vogliamo che la Ely faccia la stessa fine e investa in altri Comuni” (noi invece lo speriamo tanto, ed è forse quello che il sindaco più teme). Oppure, riferito presumibilmente al Polloni: “Si sta già facendo la campagna elettorale (…)”. In tutta questa vicenda c’è un silenzio molto eloquente: quello dei consiglieri del Pd, persone notoriamente molto suscettibili, Anche stavolta, ancora, appecoronati dietro al sindaco? Tanti auguri per la prossima campagna elettorale!

  1. La Provincia PAVESE – 20.08.2012 – pag. 15 []

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.