Too Cool for Internet Explorer

Io cerco la Titina . . .

17 settembre 2007 da bsìa

. . . la cerco e non la trovo (prosegue la canzone)

 

Il 30 agosto la Provincia Pavese pubblica una notizia che dovrebbe far sobbalzare tutti i cittadini di Belgioioso: la sezione regionale di controllo della Corte dei Conti ha richiamato ufficialmente in nostro comune al rispetto del Patto di stabilità. La notizia è rilevante tanto che viene dato spazio, ben cinque colonne, al nostro sindaco per esporre, giustamente, il suo punto di vista. Nell’articolo viene anche menzionato il fatto che la minoranza, ma sarebbe meglio chiamarla “opposizione”, starebbe diffondendo la notizia tramite “fotocopie e comizi improvvisati”. Sarà! Ma il sottoscritto non ha visto nessuna fotocopia e udito nessun comizio (improvvisato o meno). La cosa strana e che il giornale, pur riportando la notizia dell’azione dell’opposizione, non ritenga interessante sentire e pubblicare, insieme alle dichiarazioni del Sig. Zucca, almeno una voce di un appartenente alla suddetta minoranza.

Il giorno dopo mi aspetto che sul giornale appaia quanto meno una lettera di qualche appartenente all’opposizione. Niente!

Il giorno successivo ancora (primo settembre) scatta la macchina propagandistica: volantino dei “Laici Liberali Socialisti Radicali” e di “Unità Socialista SDI” a sostegno dell’operato di sindaco e giunta (perché trovo sempre questi volantini e mai quelli dell’opposizione?). Su La Provincia Pavese ancora niente.

Lo stesso dicasi per il 2 settembre. Il 3 settembre è lunedì e il giornale non esce.

Il 4 ecco pubblicato un altro articolo che riporta altre precisazioni, stavolta su tre colonne, del sindaco di Belgioioso. E l’opposizione? Sembra sparita, dissolta nel nulla.

Cara Titina se ci sei batti un colpo!

Pensate veramente che basti parlare dei problemi del paese dal “Lattaio Nuovo” o al “Pentimento” o al “Bar Londra”? Certo, il passaparola è importante, soprattutto in un paese, ma non basta (anche perché sappiamo fin troppo bene le distorsioni che una notizia subisce passando di bocca in bocca). Allora, datevi una mossa. Questo sito è aperto anche a voi. Avete paura ad usare un PC? Fatevi aiutare dai vostri figli o nipoti (così almeno potranno incominciare anche loro ad interessarsi ai problemi del paese e voi a imparare qualcosa di computer e di Internet 🙂 ).

Sarebbe proprio insensato non sfruttare un mezzo simile e, per di più, gratuito per diffondere il proprio punto di vista.

FORZA! Bsìa vi sta spettando.

 

 

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.