Too Cool for Internet Explorer

Le meraviglie della libera stampa

19 maggio 2009 da Emilio Conti

Se c’è uno che non molla, su certi argomenti, quello sono io! E uno degli argomenti che più mi impegna e mi indigna è il modo di fare giornalismo a tutti i livelli.

Quest’oggi ne abbiamo avuto, se mai ce ne fosse stato ancora bisogno, un’ennesima riprova. Ormai è diventata mia consuetudine, per ovvie ragioni, sfogliare di buon’ora i giornali, nazionali e locali. Quelli nazionali, ormai, farei meglio a non comprarli più, zeppi come sono di gossip, banalità, ideologia, per non parlare di xenofobia e razzismo. Più che altro sono, in buona parte, una riproposizione scritta di programmi televisivi andati in onda il giorno prima. Quelli locali, pur avendo le stesse pecche dei loro genitori nazionali, sono, a volte, più divertenti. A volte!

E da qualche tempo che seguo con attenzione certi articoli scritti da certi giornalisti che non perdono occasione per mettere in primo piano il nostro sindaco. Lo fanno con un’abilità da far invidia al migliore prestigiatore. Oggi, come anticipavo più sopra, altra lampante dimostrazione di quanto da tempo sto sostenendo.

Titolo: “Nella Bassa elettricità dai rifiuti «umidi»” Dal momento che il trafiletto in grassetto inizia con “BELGIOIOSO” leggo pensando che la notizia riguardi il nostro paese. Con stupore, però, si sta parlando di un progetto pensato dai sindaci di San Zenone Po, Pieve Porto Morone, Costa De’ Nobili, Zerbo, Badia Pavese e Monticelli Pavese. Il progetto è molto interessante, ma cosa centra Belgioioso, mi chiedo? E’ una domanda che ormai avrei dovuto imparare a non farmi più. E infatti Belgioioso non centra niente: quello che centra è il suo sindaco! Metà dell’articolo, ripeto: metà dell’articolo, scritto per informarci di un bel progetto, viene dedicata a riportare le solite banalità del Sig. Zucca. Che ci informa che, poiché il nostro paese è il primo (noi siamo sempre i primi!) nella raccolta differenziata, il progetto potrebbe interessare anche noi. Tralasciando tutto il resto, tipo “[…] Vogliamo partire dalla scuola per arrivare ai cittadini […]” (qui bisognerebbe riportare tutta intera la dichiarazione per capire la vacuità, il nulla totale in riferimento a quello che dovrebbe essere il tema principale); tralasciando tutto il resto, appunto, ricordo al nostro sindaco che la raccolta differenziata non è stata un’iniziativa della sua amministrazione, ma di quella precedente (quella del “nulla”, stando alle sue parole) e che se siamo i primi in provincia per la raccolta differenziata non è certamente merito suo ma di noi belgioiosini che ne abbiamo capito l’importanza. Un bravo, quindi, ce lo meritiamo noi brüsacrist.

All’articolista, che ci ha illuminati sull’interesse del nostro sindaco per questa iniziativa, chiedo come mai non abbia sentito il parere di altri sindaci, come quello di Corteolona, o di Santa Cristina, o di Chignolo Po, o di Copiano, o di Albuzzano,.ecc. Avremmo apprezzato un “ventaglio” di opinioni. Perché limitarci solo ad una? Pensar male si fa peccato …

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.