Too Cool for Internet Explorer

Bilancio di previsione di un Comune – Parte II: le Entrate

31 maggio 2010 da sgur_di_tri

Continuiamo nella composizione del nostro Bilancio di previsione di un Comune e parliamo delle Entrate, che per legge sono suddivise in sei grossi raggruppamenti detti “TITOLI”, a loro volta suddivisi in categorie a seconda della diversa tipologia. Le Entrate, in parole povere, sono i soldi che si prevedono di introitare (o comunque si pensa di poter disporre) per far fronte alle Spese.

TITOLO I – Entrate tributarie
Questo Titolo comprende tutte le Entrate derivanti da imposte e tasse comunali come ICI, addizionale Irpef, imposte sulla pubblicità e sulle affissioni, ecc.

TITOLO II – Entrate derivanti da trasferimenti
In questo Titolo troviamo i fondi (soldi) che lo Stato, la Regione o la Provincia trasferiscono al Comune in via continuativa o straordinaria per le l’esercizio delle sue funzioni istituzionali.

TITOLO III – Entrate extratributarie
Questo Titolo comprende le rette, le tariffe, i canoni, gli affitti, le sponsorizzazioni, i rimborsi e i proventi diversi che il Comune percepisce per le varie attività che svolge e per i servizi che eroga.

TITOLO IV – Entrate derivanti da accensione mutui e prestiti
In questo Titolo finiscono le Entrate derivanti da alienazioni (vendita) di beni mobili ed immobili di proprietà del Comune, oneri di urbanizzazione, concessioni cimiteriali, ecc. che sono vincolati agli investimenti.

TITOLO V – Entrate derivanti da accensioni di mutui e prestiti
In questo Titolo troviamo le Entrate derivanti dall’emissione di prestiti obbligazionari o quando il Comune stipula un mutuo. Questi fondi sono generalmente vincolati per destinazione agli investimenti.

TITOLO VI – Entrate da servizi per conto terzi
Sono Entrate che il Comune trattiene su questo Titolo per conto di soggetti terzi (lo stesso importo lo troviamo nell’omonimo Titolo delle Uscite). Si tratta essenzialmente delle trattenute sugli stipendi che il Comune effettua come sostituto d’imposta (Inpdap, INPS, ecc.).

AVANZO DI AMMINISTRAZIONE
Nelle Entrate vengono indicati sotto la voce Avanzo di Amministrazione i soldi avanzati alla chiusura del Bilancio relativo all’anno precedente, che possono derivare da maggiori entrate o minori spese rispetto a quanto previsto. L’Avanzo di amministrazione può essere utilizzato per effettuare spese di investimento (vedasi l’Art. l’Art. 187 – TUEL – Decreto Legislativo 18.8.2000, n. 267 )

Adesso proviamo ad inserire i Titoli nella parte sinistra (Entrate) del nostro prospetto di Bilancio.

Entrate Uscite
Titolo I – Entrate tributarie
Titolo II – Entrate derivanti da trasferimenti
Titolo III – Entrate extratributarie
Titolo IV – Entrate da alienazione e trasferimenti di capitale
Titolo V – Entrate derivanti da accensione di mutui e prestiti
Titolo VI – Entrate da servizi per conto terzi
Avanzo di amministrazione

Nel prossimo post parleremo delle Uscite, cioè delle risorse (i soldi) che il Comune intende impegnare (spendere) per lo svolgimento delle sue funzioni istituzionali e per eventuali investimenti.

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.