Too Cool for Internet Explorer

AL VOTO AL VOTO!!!!!!!!!!!

5 febbraio 2008 da Emilio Conti

Finalmente alle urne!!!!!!

Alla fine ce l’hanno fatta, ebbene sì, riusciamo ad esercitare un nostro diritto fondamentale, primario: IL DIRITTO DI VOTO!!!!
Ma……per CHI votiamo o forse e meglio dire per COSA votiamo????
Perché anche questa volta, purtroppo, andremo a votare e non avremo la possibilità di scegliere il nominativo.
Io non so come chiamarle queste elezioni, ma sicuramente non è quello che vuole il popolo italiano, che per altro in tutto ciò non ha voce in capitolo e può solo rassegnarsi al fatto che vinca il meno peggio, sperare che in una botta di vita (sull’onda….. se faccio questa promessa voteranno il mio partito) ci tolgano un po’ di tasse (che sò, la famosa ICI o le tasse sulla benzina o che altro) sicché anche noi poveri sudditi di un regno senza corona possiamo avere qualche vantaggio e stare un pochino meglio.

Ormai sappiamo tutti che una famiglia su tre non riesce ad arrivare a fine mese ma non abbiamo mai sentito dire che un parlamentare su tre abbia di questi problemi……….ed ognuno di loro è “saldamente saldato” alla propria poltrona ed ai propri privilegi tant’è che, per esempio, Fini e Casini, definiti “ectoplasmi” e quant’altro dal Cavaliere, si sono subito riappacificati e prontissimi ad un’ ulteriore allenza sicuri della certezza della vittoria.
Ma la dignità personale ed anche professionale dov’è finita????

Ed il nostro povero Prodi che non è riuscito ad applicare il suo programma elettorale ed ha continuato a sorridere per tutta la durata della sua legislatura ed il cittadino si chiedeva: ma cosa avrà mai da ridere???? Le cose vanno male, il paese è in stallo, i problemi sono irrisolti……e questo ride…..mah!!!!

Faccio anche notare come fosse diversa e, se vogliamo, più autorevole la sua voce quando ha fatto l’ultimo discorso in parlamento piuttosto che il tono di voce che impostava tutte le altre volte che parlava in televisione, tant’è che uno per ascoltarlo bene doveva fermare tutti i chiacchiericci di famiglia o doveva fermarsi di lavare i piatti o altro perché altrimenti non si capiva niente, anzi non lo si sentiva proprio.

E poi…..il senso di responsabilità……..ah…………….questo termine è stato abusato sino all’impossibile. Ogni politico tirava fuori questo “senso di responsabilità” ad ogni piè sospinto. Da non poterne più.
Ed allora mi è venuto un dubbio: abbiamo forse mandato a rappresentarci (destra, sinistra centro ecc. ecc.) degli irresponsabili???? Ovvero, hanno voluto esercitare la politica per fare che???? Il bene del paese od il bene delle loro tasche o di quelle degli amici e dei parenti????

Ciau
Brain 50

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.