Too Cool for Internet Explorer

Sir Pollon il vendicatore

5 agosto 2008 da bsìa

Caro assessore, Lei neanche s’immagina lontanamente il piacere che mi ha fatto leggere la Sua mail piena di livore, rancore, risentimento e astio. Le dirò, innanzitutto, che, secondo la modestissima opinione di un “frustrato”, questa missiva non è tutta farina del suo sacco (scusi eh, ma ci vedo la manina vendicativa di qualcun altro di nostra comune conoscenza 😈 ).

Ma passiamo subito alle cose concrete, iniziando proprio dalla fine dove, invitandomi ad essere sereno, Lei afferma che “noi tutti (e dicendo questo penso di interpretare il sentimento di tutti noi dal Sindaco ai consiglieri), lo siamo.” Col c…avolo!! Se lo foste veramente Lei non si sarebbe sentito in dovere di scrivere quello che ha scritto e avrebbe reagito ai miei post ridendoci sopra! Tra di voi (e con voi intendo tutti i consiglieri di maggioranza) credo ci sia, invece, qualcuno incazzato come una biscia!! Altro che balle! Qualcuno che pensava di aver monopolizzato a suo favore tutta la stampa locale ed aver quasi completamente emarginato l’opposizione, e che adesso si trova totalmente spiazzato non avendo previsto ciò che le nuove tecnologie permettono: un cazzo di bloghettino che gli fa le pulci e gli rompe i coglioni! 😆 Sul successo, o meno, di questo blog provi a chiedere al suo amico Conti. 😛 Le posso assicurare, però, che non è affatto tutto merito mio.

Inoltre credo che Lei non sia un lettore attento del blog, perché se lo fosse si ricorderebbe che nella pagina Home del sito si dice chiaramente che il blog nasce per denunciare quello che secondo i cittadini NON va nell’amministrazione del paese. Dovrebbe essere sottinteso, quindi, che non ci troverete mai sublimi peana, auliche odi alle vostre imprese. E dovrebbe essere altrettanto sottinteso che una persona la può pensare diversamente da Voi. Si chiama soggettività, e che in democrazia (che sembra essere un concetto per Lei un po’ sfuggente, come sarà evidente più avanti) l’espressione del dissenso è consentita (pare si tratti del famoso articolo 21 della nostra Costituzione) che però quando incomincia a dare fastidio c’è subito qualcuno pronto a tacciare come demagogia (mi creda, è un trucco in cui non ci casca più manco un bambino). Che poi Lei (e qualcun altro) non legga con attenzione il blog diventa evidente quando lo paragona a quello di Beppe Grillo: ma questo è ben evidenziato nella pagina Info. Lei dice che il Beppe nazionale ci mette la faccia? Ma questo blog è del suo amico Conti e mi sembra che lui la faccia ce la metta, o sbaglio? brain50 ed io siamo solo dei comprimari che si firmano con i loro nickname che, se non foste quei trogloditi dell’informatica che sembrate essere, è consuetudine nella rete (guardi che non è quella da pesca 😆 ). Insisto ancora: se voi aveste letto tutti i miei post vi sareste accorti che gli argomenti trattati sono diversi (alcune volte anche molto). Certo, lo confesso, il mio bersaglio preferito è il nostro sindaco. Perché? E’ presto detto; perché è come la Coca Cola: troppo gasato (giudizio soggettivo 😀 ). E a me piace “scipottare” le bibite troppo gasate, fargli saltare il tappo e fare uscire la schiuma. :mrgreen: Lei, quindi, difficilmente sarà oggetto dei miei strali perché assomiglia di più a dell’acqua minerale naturale con neanche una bollicina.

Però, secondo Lei, cavaliere della tavola imbandita, l’onta maggiore sarebbe proprio il celare la mia identità dietro a un nick. Somma viltà! Estremo vituperio! Non sarà invece un comodo alibi per evitare di affrontare quello che dico nei miei post? Lei che è un uomo d’onore quante volte si è sentito in dovere di inviare una mail per criticare un mio post? O qualcuno del Conti, che la faccia ce la mette? Qual’è invece il suo gioco? Con la scusa dell’anonimato fa di ogni erba un fascio e carica a testa bassa come un toro infuriato (a proposito di serenità). La invito allora a leggerseli tutti (sono archiviati per mese oltre che per categoria) partendo dal mese di settembre del 2007. Mi aspetto da Lei una critica per OGNUNO di essi. Inoltre sono anche certo che in essi non troverà termini come “demagogo”, “denigratore”, “patetico”, “inconsistente”, “pseudo-moralizzatore”, “vergognoso”, “senza coraggio”, “un signor nessuno”, “frustrato” e “senza dignità”: ne ho saltato qualcuno? Certo, in quanto uomo d’onore (ci mette la faccia) Lei può permettersi tutto ciò, ed io lo accetto molto volentieri. 😈

A proposito di dignità, poi, mi piacerebbe sapere da Lei come definirebbe il comportamento di una persona che le sta, a quanto pare, molto a cuore. Conti scrive una lettera a La Provincia PAVESE criticando e motivando la diminuzione dell’Ici e l’aumento dell’aliquota dell’addizionale comunale Irpef. Si è forse degnato il sindaco, che era in piazza a volantinare, di prendere carta e penna e di rispondere? Ci ha forse pensato almeno l’assessore al bilancio? (E poi in questo caso specifico, Lei che è uomo d’onore, veda di spiegare al Conti come mai la sua mail è stata pubblicata in parte mentre a Voi è giunta miracolosamente intera.). Probabilmente erano troppo occupati a fare altro. Quando una cittadina madre si è lamentata per i lavori alla scuola materna (sempre con lettera alla “Provincia Pavese”) forse che il sindaco gli ha risposto? Ma quando mai! Nel primo caso la risposta è venuta da quattro illustri carneadi (che han pensato bene di stravolgere artatamente quanto scritto dal Conti: un gran bel segno di correttezza), nel secondo da un fantomatico “consiglio dei genitori”. Quante volte, dunque, una lettera di protesta nei confronti della Sua amministrazione, ha ricevuto una risposta dal sindaco? Se non lo sa glielo dico io: in un anno neanche una volta!!!! Eppure la stessa cosa non succede negli altri comuni. Molto spesso ho visto diversi sindaci rispondere puntualmente alle critiche. Allora? Certamente questo non è il Suo caso, devo dargliene atto, che quando è stato criticato per la pista ciclabile Lei, correttamente, ha pensato bene di rispondere. Le faccio i miei complimenti (e questa, mi creda, non è una battuta ironica). Solo che la Sua risposta mostrava anche una notevole “caduta di stile” quando ha rinfacciato al Migliavacca di essere stato un comunista che adesso aderisce alla Lega (anche in questo caso un altro esempio di insofferenza/intolleranza alle critiche). Forse si sta dimenticando che nella Sua giunta di ex comunisti ce ne sono alcuni (che naturalmente sono buoni perché stanno dalla Sua parte). E sorvolo sull’increscioso fatto accaduto in consiglio provinciale. Solo mi chiedo a che livello sia arrivata la provocazione di quel consigliere che ha fatto scattare un collega tanto da beccarsi tre “pappine”.

E adesso affrontiamo il capitolo “Terrore nella maggioranza”. Sottotitolo: “Dalle notti bianche alle notti in bianco” a rimuginare “Ma quello stronzo si candiderà oppure no? Ci sarà il colpaccio di teatro?”. Se queste fossero le mie intenzioni pensa che ve le verrei a raccontare? Lei, poi, prevede che nella malaugurata ipotesi che dovessi candidarmi io non avrei alcun programma. Scusi eh, ma chi glielo ha detto? Il mago do Nascimiento? Ovviamente non confermo, ma neanche smentisco, ciapa sü! 😈 E questo perché lo bsìa pensiero, nascosto com’è dietro al “penoso tentativo di dargli un taglio satirico o comico”, non Le/Vi è molto chiaro e perciò inesistente. Non discuto sul giudizio sui miei tentativi, è una sua opinione e come tale io la rispetto, sicuramente non ho mai avuto la pretesa di essera all’altezza dell’illustre letterato e fine dicitore che bazzica dalle vostre parti. Sul fatto che non vi sia chiaro lo bsìa pensiero ve lo riassumo brevemente: “scipottare”, sgonfiare, smitizzare. Perché Voi che siete stati eletti da NOI, per qualche strano meccanismo psicologico che andrebbe seriamente approfondito, improvvisamente Vi sentite un gradino più in alto di noi comuni mortali tanto che diventate ipersensibili,  suscettibili e insofferenti alle critiche (faccia o non faccia) e ve ne uscite con il ritornello “ma lei non propone niente”. Scusi, ma perché dovrei proporVi qualcosa? Vi siete fatti eleggere e nessuno vi ha puntato la pistola alla tempia per farvelo fare. Prendete pure dei soldini e poi i suggerimenti ve li dovremmo dare NOI? Così, magari, oltre ai soldi Vi prendete pure il merito (come è già successo)? Io critico, primo perché ne ho il diritto, secondo perché ne ho il diritto e terzo perché ne ho il diritto. E’ un vezzo tipico dei politici italiani quello di reagire scompostamente alle critiche a cui anche voi dimostrate di non sfuggire. Ma mi dispiace per Voi: è ora di finirla che debbano essere i cittadini a giustificarsi, SIETE VOI CHE DOVETE RENDERE CONTO AI VOSTRI ELETTORI (primariamente) E POI A TUTTI I CITTADINI. Quindi lei le pulci a me non le fa (però se le vuol fare, si accomodi pure 😆 ), sono io che le faccio a Lei/Voi. Siete o non siete Voi che venite a pietire il nostro voto? Come dice Grillo “Voi siete i nostri dipendenti”.  Ma la vostra insonnia elettorale deriva soprattutto dai seguenti fatti: la Lega a Belgioioso ha raddoppiato i voti e il Migliavacca diventerà determinante per l’elezione del nuovo sindaco, Forza Italia è sulla cresta dell’onda mentre i vostri partiti di riferimento sono in forte minoranza o scomparsi. E poi, altra seccatura,  c’è questo stronzo anonimo di bsìa che, udite udite, ha l’ardire di raccogliere un po’ di consenso CONTRO l’attuale amministrazione. E allora? Lo so che la cosa Vi brucia, anzi Vi urtica, ma anche in questo caso pare si tratti di democrazia che, come vede. a Lei (e sicuramente anche ad altri) è un concetto che non ha/avete ben assimilato.

Su un punto sono totalmente d’accordo con Lei. Vivo l’attuale momento storico con estremo malessere. In un paese (l’Italia) in cui si mandano i militari per le strade, si massacra lo stato sociale, si precarizza il lavoro, si sottopagano i lavoratori (oltre ad ucciderli), si alimenta l’odio contro l’immigrato quando fino a non più di trent’anni fa gli immigrati eravamo proprio noi italiani, quando per diventare ministro, a quanto sembra, basta succhiare l’uccello giusto, beh mi permetta di dire che solo degli sciagurati possono pensare di vivere in un monda da favola.

La/Vi lascio con un duplice augurio: quello di passare delle buone ferie e, soprattutto, di fare molto più sesso (credetemi, ne avete un estremo bisogno). 😈

Chi sono io? Io sono bsìa. 😆

2 Risposte a “Sir Pollon il vendicatore”

  1. Emilio Conti dice:

    Deh bsìa, vedi un po’ di non fare confusione tra pagina Info e pagina Home. Hai fatto un po’ una macedonia. 🙁

  2. bsìa dice:

    Scusami, e mi scuso anche con i frequentatori. Oggi ho provveduto a sistemare il tutto.

Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.