Too Cool for Internet Explorer

Sindaco agricoltore: “fitàul”

9 novembre 2009 da sgur_di_tri

Eccoci di fronte all’ennesimo annuncio del Sindaco di Belgioioso, che, in questo caso, riguarda un progetto per produrre riso Carnaroli nel Basso Pavese, con  un proprio marchio di qualità. Progetto, a quanto sembra, ben accolto dai produttori di riso; ecco quindi il Sindaco agricoltore (“fitàul”) che si mette alla loro testa per guidarli nell’ardita impresa di dare vita ad un riso dop: perciò li consiglia affinché dedichino in via sperimentale una parte dei loro terreni per la coltivazione di un Carnaroli tipico – a cui assegnare il marchio del Consorzio Terre Viscontee del Basso Pavese – e poi via alla produzione e alla commercializzazione del riso marchiato a nuovo (perché ha già pensato anche a questo).

Storicamente i Consorzi sono nati per tutelare i prodotti tipici e storici di una certa zona, come logica risposta alla concorrenza sleale (vedi ad esempio, il Consorzio per la tutela del Salame di Varzi, il Consorzio della Mortadella di Bologna, Consorzio tutela Vini dell’Oltrepo Pavese, ecc.). In altre parole, i produttori di una specialità tipica, che prima agivano isolatamente, ad un certo momento decidono di unirsi perché da soli non ce la farebbero a sostenere l’urto di azioni scorrette, quindi si consorziano per difendere l’originalità del loro prodotto, creando un marchio che lo identifichi e lo garantisca da imitazioni.

Dalla lettura dell’articolo invece, sembrerebbe che si voglia andare controcorrente: si è partiti dal già esistente Consorzio del Basso Pavese, e poi si è individuato un prodotto di zona (in questo caso il riso Carnaroli) a cui verrebbe incollato il marchio del Consorzio. Sarebbe decisamente un approccio nuovo: prima il Consorzio e poi il prodotto. Dobbiamo dunque prepararci ad avere in un prossimo futuro il riso Carnaroli della Bassa Pavese, e poi anche il salame delle Terre Viscontee, o chissà che altro?

Un ultimo dubbio: non è che poi vedremo aumentare i prezzi dei prodotti marchiati a nuovo? Speriamo di proprio di no.

————   §§§   ————

Colgo l’occasione per segnalarvi un servizio della trasmissione Report di Rai Tre, che ritengo possa aiutarci a scegliere cosa portare in tavola al di là dei marchi di qualsiasi tipo o colore, “Mangia che ti passa” con l’oncologo Prof. Franco Berrino dell’Istituto Nazionale Tumori – Servizio andato in onda il 15.03.2009.


Lasciate un commento

Dovete effettuare il login per inserire un commento.